CORTONA, CHIUSI, ORVIETO: DENTRO IL MEDIOEVO SULLE TRACCE DEGLI ETRUSCHI

CORTONA, CHIUSI, ORVIETO: DENTRO IL MEDIOEVO SULLE TRACCE DEGLI ETRUSCHI

15/19 giugno

Date Disponibili

15 Giugno 2021

disponibile

È giugno.
È la stagione in cui la luce non se ne vuole andare dalla terra. In cui i tramonti sono lontani e sembra non tornino più. E il tempo si ferma un momento a guardare indietro.

Nelle verdi terre umbre e toscane, costellate di pievi e piccoli borghi medioevali, tra colline, boschi e corsi d’acqua, c’è una storia antica, che sa di mito e che parla di origini, di battaglie, commerci e dell’aldilà.
E del popolo che queste terre ha abitato. L’etrusca Cortona custodisce tali memorie tra l’oro delle sue Annunciazioni e l’ocra intenso dei suoi mattoni; Chiusi le sussurra dai volti di marmo e d’alabastro delle splendide urne; Sarteano stupisce col suo Caronte infernale.
Sopra un intricato labirinto di cunicoli e cisterne ecco Orvieto, sacra meta di genti etrusche, potente e florida prima di Roma e ora devota al suo duomo, spettacolo agli occhi e all’anima.

Più a nord, la storia si avvicina a Città della Pieve, culla dolcissima di un pittore dolcissimo, dai colori morbidi, dalle atmosfere ovattate. E si fa storia di battaglie e di cadute degli dei a Castiglione del Lago, ornata figlia di Chiusi, che risplende davanti ad uno specchio, incanto per i poeti, sfida agli ingegneri.
Viandanti e devoti sostavano lungo le sue rive abitate da templi antichi prima, da pittoreschi villaggi ora. Tuoro e il ricordo di Annibale, Passignano e il suo Rinascimento, Panicale e la memoria del pittore che chiuse l’epoca dell’eleganza e della grazia.

Ovunque in queste terre la luce scorre silenziosa sui volti di antiche sculture, tra i tetti e le torri dei borghi, tra le fronde, profumate e mobili, degli alberi.









    Potrebbe interessarti anche

    INCANTI LUMINOSI: VENEZIA E LA SUA LAGUNA

    28/30 maggio

    Un bagno di liquida luce dorata. Ad ogni passo, un angolo di casa, una finestra socchiusa si vestono di riflessi mobili, guizzanti. L’aria è permeata di una lontana eco di mare e di un pizzico di follia, coloratissima. Molte storie da narrare, una per ogni notte incantata, come nelle favole orientali: e dall’Oriente vengono a …

    [leggi tutto]