La Sinagoga di Milano

La Sinagoga di Milano

E i giardini della Guastalla

C’era una volta un piccolo oratorio, in via Stampa al N 4. Era sufficiente per accogliere la piccola comunità ebraica milanese. Ma con l’Ottocento la comunità si espande, servono spazi più ampi. La nuova sede è pronta nel 1892, disegnata da Luca Beltrami, in stile eclettico. Monumentale, attraente, eretta in una zona tranquilla ed elegante, affacciata sullo storico giardino della Guastalla. Un tuffo nella quiete, ma la tranquillità è solo apparente. Nel 1943 i bombardamenti distruggono l’edificio, di cui resta solo la bella facciata. L’interno viene rifatto dieci anni più tardi, mentre nel 1997, a completamento di un nuovo intervento di ristrutturazione, vengono sistemate le luminose vetrate dell’artista newyorchese Roger Selden. Quella della Sinagoga milanese e della sua comunità è una storia in divenire, dove le tradizioni si intrecciano con la contemporaneità e con il quotidiano; la scopriremo grazie ad una guida esperta di cultura ebraica.

E per concludere, due passi nel verde tranquillo dei Giardini della Guastalla che separano la Sinagoga dalla trafficata via Francesco Sforza. Un angolo di verde al centro della città nato alla metà del ‘500, che ci riporta alla Milano cristiana, quella di San Carlo e alla storia di una donna, devota e tenace, che ha saputo tenergli testa. Di lei il predicatore gesuita Rosignoli scrisse: “nella età più acerba pareva donna già matura, e se pure donna, di senno però maschio, e virile”!

Date Disponibili

19 Maggio 2019
ore 16:30

disponibile