Impressioni d’Oriente

Impressioni d’Oriente

Arte e collezionismo tra Europa e Giappone

Ebbe l’idea di attaccare alle pareti qualche piccolo ninnolo giapponese; e comperò con 5 franchi tutta una collezione di carta crespata: piccoli ventagli e piccole ventole, con cui nascose le macchie troppo visibili della tappezzeria. Applicò sui vetri della finestra dei “trasparenti” rappresentanti battelli sui fiumi, voli di uccelli attraverso dei cieli rossi, delle dame multicolori al balcone e processioni di pupazzetti neri su pianure piene di neve. Il suo alloggio grande appena per dormirci e sedercisi, ebbe ben presto l’aspetto dell’interno di una lanterna di carta dipinta.”

Guy de Maupassant descrive così il restyling operato dal suo Bel Ami, in attesa dell’amante che va a trovarlo a casa.
Sono solo poche righe tratte da un romanzo, ma condensano magistralmente la pervasività della fascinazione dell’Occidente nei confronti del Giappone. Un entusiasmo che contamina tutto, anche il quotidiano, che non si limita alle élites, ma arriva perfino alla dimora modestissima del piccolo arrampicatore sociale.

Arte, storia, etnografia, il MUDEC si propone di indagare tutti gli aspetti del giapponismo in Europa, ma soprattutto in Italia e i Francia. Lo fa con una mostra entusiasmante aperta fino al 2 febbraio 2020.

Un viaggio esotico e raffinato lungo le vie della seta…

Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone
Milano, MUDEC 1 ottobre 2019 – 2 febbraio 2020

Costo a persona € 23,00 inclusi biglietto e auricolari

Date Disponibili

28 Novembre 2019
19:50

disponibile

14 Dicembre 2019
14:50

disponibile