Milano nella storia

Milano nella storia

Milano nella storia… dalle origini ai Visconti

La storia di Milano è un racconto lungo 2.000 anni, affascinante e ricco, come quello di tante altre città, ma con il vantaggio di arrivare davvero sino a oggi, a qualche minuto fa, quando è stato aggiunto un piano all’ultimo grattacielo in costruzione!

Sotto la stratigrafia del tempo, ecco emergere la Milano romana, capitale dell’Impero, con un Museo archeologico e resti del palazzo imperiale nascosti nel centro della città; la Milano paleocristiana, di Costantino, Ambrogio e Onorio, che si dota di splendide basiliche, come le cosiddette Ambrosiane e San Lorenzo alle Colonne, e nuovi battisteri (sotto il Duomo ce n’è uno dei più antichi); e la Milano dei Signori della biscia, i temibili Visconti, che fanno parlare di sé tutta Europa e si costruiscono chiese per proprio prestigio, come San Gottardo in Corte, dal campanile svettante sul centro e il Duomo, centro nevralgico della devozione meneghina.

Fasti sforzeschi e rigori borromaici

La stagione del Rinascimento porta in città il Filarete (Ca’ Granda), Leonardo (Cenacolo e Sala delle Asse al Castello Sforzesco) e Bramante, con l’illusione ottica dello spazio in Santa Maria presso San Satiro. È poi la volta della Milano di San Carlo, la Milano della peste, sotto l’egida spagnola. Oltre al rinnovamento del progetto del Duomo, la città si dota di architetture magniloquenti, edifici notevoli come Palazzo Marino e la chiesa di S. Fedele, solido risultato dell’impegno antiriformistico del vescovo.

Laboratorio della modernità

Milano rinasce nel Settecento: ci sono gli Austriaci e nuovi concetti di funzionalità e decoro prendono forma nell’architettura. Palazzo Reale, il Teatro alla Scala, Palazzo Belgioioso ornano di forme classiche il centro città. E dopo l’Austria, il Risorgimento e il desiderio di unità: Milano mostra un volto nuovo, si rigenera guardando al suo passato. Ed ecco via Dante, il Cordusio e la Galleria, modernissima struttura in ferro e vetro, che attrae con i suoi negozi e i caffè.È poi la stagione del Liberty, dove l’eleganza e la forma improntano le facciate dei palazzi della borghesia imprenditoriale lungo Corso Venezia (Palazzo Castiglioni e Casa Campanini) e in pieno centro (via Spadari).

Verso il futuro

Nel Novecento Milano si trasforma ancora una volta, gettandosi ottimista tra le braccia del Futurismo, con scenari che mutano alla velocità dell’.. “automobile”! Grattacieli, torri e nuovi quartieri concorrono a creare l’immagine della ‘Milano da bere’ del celeberrimo slogan.
E oggi, ecco il Porta Nuova e Citylife: due esempi della brama di dotarsi di skyline stile “USA” e del desiderio di mostrarsi capitale europea di tutto rispetto. Insomma, una e cento Milano: scegli il percorso che ti piace di più, che vuoi approfondire o che conosci meno. Comunque sia, sarà una scoperta!

Ti aiuteremo a scegliere la visita adatta e, se sei interessato ad periodo storico in particolare, SCRIVICI e ti invieremo le descrizioni dettagliate di ogni percorso!