INCANTI LUMINOSI: VENEZIA E LA SUA LAGUNA

INCANTI LUMINOSI: VENEZIA E LA SUA LAGUNA

8/10 giugno

Un bagno di liquida luce dorata.
Ad ogni passo, un angolo di casa, una finestra socchiusa si vestono di riflessi mobili, guizzanti. L’aria è permeata di una lontana eco di mare e di un pizzico di follia, coloratissima.

Molte storie da narrare, una per ogni notte incantata, come nelle favole orientali: e dall’Oriente vengono a Venezia il suo Santo, i suoi mosaici, i suoi traffici, l’amore per l’esotico. Da Occidente le viene l’infinita ricchezza della sua terra e l’arte magnifica dei Giorgione e dei Tiziano.
Come una regina, le stanno sul capo gioielli preziosi, le molte isole della sua laguna. Torcello con quel Giudizio visionario che parla bizantino, Burano industre e colorata e Murano custode di un Quattrocento straordinario.

Ma Venezia palpita, respira e narra di sé attraverso i rii, i canali e i sestieri, quelli brulicanti di vita e curiosità e quelli ancora rustici e deserti. Il suo corpo prende la forma dal Canal Grande solcato da sempre da viaggiatori e mercanti, e sul quale affacciano in sequenza splendide dimore, figlie di secoli sfacciatamente ricchi.
La sua voce è quella dei naviganti d’ogni epoca che ancora si chiamano da una sponda all’altra, delle dame che danzano minuetti irriverenti, del mare che lambisce il suo cuore antico. Che è tutto d’oro, racchiuso nel silenzio della basilica, sacra culla all’Evangelista, e che qualche volta, la notte, si accende di luce arcana.

Se interessati a ricevere il programma, compilate il form o scriveteci!