Tour IL SANNIO ANTICO E MEDIOEVALE

IL SANNIO ANTICO E MEDIOEVALE

16/20 ottobre 2019

POSTI DISPONIBILI

Una terra antica, affacciata sul mare, solcata da fiumi, verdeggiante di boschi. Popolata da millenni, il suo nome le deriva da orgogliose genti italiche, guardiani di un territorio impenetrabile, pastori e guerrieri insieme, in lotta per decenni con vicini potenti.

Una terra disegnata da arcane divinità e attraversata da vie d’erba che si fanno strada tra le colline e si inerpicano alte sulle montagne, dando forma ad un paesaggio che è rimasto inalterato per secoli.
Come in una transumanza, si percorrono a passo lento le distanze tra villaggi e borghi, tra laghetti e amene radure, tra abitati antichi e centri moderni.

A Chieti, porta di questo cammino, il Guerriero di Capestrano ci accoglie, fiero ospite, nella sua terra natìa, ricca del suo illustre passato: Sepino, forte e potente e bella per la sua basilica, il foro e il teatro romani; e Pietrabbondante, che conobbe le torme di Annibale, e dove sorge imponente un santuario dedicato alla Vittoria, forse, destinato ad accogliere i doni e le preghiere di valorosi Sanniti.
Molto più a sud e in un tempo più vicino, ecco Benevento, rinata per superstizione con nuovo nome e nuovo destino, sede della stirpe longobarda, in lei risuonano ancora gli echi di giochi e tornei lontani e delle preghiere dei monaci; Termoli, protetta dai Dioscuri, amata dagli Svevi, baluardo sul mare, cinta da mura e turrita a scongiurare il pericolo saraceno; Campobasso, figlia di Benevento, che siede alta tra due fiumi e racconta la storia della sua terra da Adelchi agli Angiò, dagli Aragona ai Carafa.
E poi, verso nord, Sulmona, la bella madre di Ovidio, poeta dell’amore e delle favole, resa capitale da Federico II, culla dei seguaci del papa del dantesco “gran rifiuto“, splendida di chiese e palazzi.

Tutt’intorno una costellazione di piccoli centri, placidamente cullati dalle alture molisane, parte di un paesaggio genuino, intatto, che si fa a volte aspro sotto i piedi di Bagnoli sul Trigno, a volte più dolce, come a Pescocostanzo, e accompagna da sempre il viandante nel suo andare.

IL SANNIO ANTICO E MEDIOEVALE